NewsProve

Aprilia SL 750 Shiver – TEST

Ciclistica e maneggevolezza, caratteristiche tipiche delle moto Aprilia, non potevano mancare sulla nuova Shiver. Il motore esprime doti e prestazioni di alto livello, adatto anche al centauro smaliziato. Ottimo feeling di guida

Aria nuova …   a Noale!

Test Shiver1Modello: Aprilia SL 750 Shiver
Potenza dichiarata: 95,00 CV a 9.000 giri/min
Coppia dichiarata: 8,25 kgm a 7.000 giri/min
Prezzo indicativo: 8.000,00 Euro (f.c.)

+ Motore Maneggevolezza Feeling di guida
– Pedane basse nella guida sportiva

CHIAVE DI LETTURA
Una naked studiata per “rinfrescare” le proposte attuali del mercato, con soluzioni accattivanti ed innovative che non passeranno inosservate. Il prezzo competitivo è un motivo in più per chi cerca qualcosa di diverso.

SENSAZIONI ON BOARD
Ciclistica e maneggevolezza, caratteristiche tipiche delle moto Aprilia, non potevano mancare sulla nuova Shiver. Il motore esprime doti e prestazioni di alto livello, adatto anche al centauro smaliziato.

Testo Gordon Casteller // Foto Aprilia Pressshiver anteriore
Tester Gordon Casteller, Emanuele Freddo

In un segmento agguerrito come quello delle naked di grossa cilindrata, la nuova bicilindrica veneta ha tutte le carte in regola per ritagliarsi uno spazio. Con 95 CV e un concentrato di innovazioni tecniche è capace di soddisfare le esigenze del neofita, del turista e dello smanettone
La nuova Aprilia SL 750 Shiver si presenta ridefinendo il concetto di naked media finora espresso. Mentre l’accattivante design è in linea con le tendenze “spigolose” del momento, la componentistica e le scelte tecniche (alcune mai viste prima su naked di questo tipo) sono insolite per un segmento di mercato che prevede moto dai prezzi abbordabili, raggiungibili solamente con una economizzazione dei materiali.
Aprilia invece procede controtendenza dettando una nuova linea che crediamo sarà seguita a breve anche dalla concorrenza.

Ciclistica e meccanica
Shiver Analizzando nello specifico le soluzioni applicate, l’impianto frenante è tra le più evidenti. Tubi aeronautici, pinze radiali e generosi dischi da 320 mm sono equipaggiamenti tipici di una supersportiva ma riprendono la filosofia racing di Aprilia. Altra caratteristica fondamentale riguarda la scelta di sviluppare un comando gas con tecnologia ride by wire, che permette alla Shiver di essere la prima naked di serie equipaggiata con tale sistema.
La gestione elettronica dell’acceleratore ottimizza l’apertura delle farfalle in base a numerosi parametri, tra cui regime motore, posizione cambio, apertura manopola del gas, temperatura.
In questo modo il motore è sempre messo in condizione di offrire le migliori prestazioni e consente di avere un’erogazione piena e regolare ai bassi e medi regimi. La scelta di sviluppare un telaio misto rigido e leggero ci fa pensare che tale concetto costruttivo è stato studiato anche per lo sviluppo di altre moto con cubature differenti. Sempre in termini ciclistici, si nota l’utilizzo di una forcella a steli rovesciati da 43 mm con piastre in alluminio ed un monoammortizzatore laterale per agevolare anche il percorso dello scarico. Di nuova concezione il motore di 750 cc a V di 90°, per la prima volta totalmente realizzato in Casa Aprilia, caratterizzato da un sistema di distribuzione che aziona le valvole per mezzo di due alberi a camme che prendono il moto da un sistema misto ingranaggi/catena. Questa applicazione tecnica, già utilizzata da Aprilia per il V60 della RSV 1000R, consente non solo di diminuire gli ingombri del motore, ma anche di avere una distribuzione più precisa ed affidabile.
Il sistema di iniezione di ultima generazione utilizza iniettori a micronebulizzazione. Le prestazioni offerte sono di tutto rispetto, con 95 CV di potenza max a 9.000 giri/min ed una coppia di 8,25 kgm a 7.000 giri/min.
A tutto ciò aggiungiamo anche una strumentazione completa di tipo misto (digitale-analogico) che riceve tutte le informazioni dalla linea CAN e diventa parte integrante del sistema di autodiagnosi, essendo dotata di memoria storica. Tutte le funzioni sono commutabili tramite un comando sul manubrio.

Su strada
Shiver pennaCon una posizione in sella comoda, adatta a tutte le stazze, si avverte immediatamente la sensazione di avere il completo controllo della moto. Purtroppo a lungo andare gli scarichi riscaldano la sella e infastidiscono un pilota sprovvisto di abbigliamento tecnico. Grazie alla pastosità dell’erogazione ed alle doti di elasticità del motore, elementi valorizzati dalla gestione elettronica delle farfalle,
la Shiver ci permette di guidare in tutto relax gustando il piacere derivante da una ciclistica di riferimento per il settore naked. Il conforto psicologico di poter disporre di un impianto frenante tipico di una moto sportiva aumenta la sensazione di sicurezza su una moto facile e divertente. Per chi invece vuole usare la Shiver in modo più aggressivo e con una guida “racing”, ecco manifestarsi l’indole sportiva che caratterizza i prodotti Aprilia. Il lavoro sviluppato dagli ingegneri in tal senso
è notevole. Potenza e coppia non mancano e la ciclistica permette di guidare la moto al limite senza troppe preoccupazioni. Maneggevole ed intuitiva nel misto, trasmette la sensazione di avere un anteriore preciso e ben piantato, caratteristica che distingue anche le doti di guida delle più performanti Tuono ed RSV 1000R. Soltanto nei cambi di direzione più decisi si nota un leggero ondeggiamento dell’anteriore, che può essere tranquillamente eliminato con un ammortizzatore di sterzo. Le pedane di serie toccano nelle pieghe più decise e, a tal proposito, Aprilia ha già sviluppato un kit di pedane arretrate. Inutile dire che l’impianto frenante esalta ulteriormente la guida sportiva grazie alle doti che lo caratterizzano.

bicilindrico shiverScheda tecnica
Motore: V90 bicilindrico
Raffredd.: a liquido
Distribuzione: bialbero in testa
Alesaggio x corsa: 92 x 56,4 mm
Cilindrata: 749,9 cc
Rapp. di compr.: 11:1
Potenza max: 95 CV a 9.000 giri/min
Coppia max: 8,25 kgm a 7.000 giri/min
Alimentazione: iniezione elettron. con Ride by Wire
Accensione: elettronica
Lubrif.: a carter umido
Cambio: a 6 rapporti
Frizione: dischi multipli in bagno d’olio con comando idraulico
Telaio: a traliccio in acciaio
Altezza sella: 810 mm
Interasse: 1.449 mm
Avancorsa: 109 mm shiver retro
Angolo di sterzo: 25,7°
Peso a secco: 189 kg
Capacità serbatoio: 15 l
Forcella: up-side down da 43 mm
Forcellone: in lega di alluminio
Freni: ant. doppio disco flottante da 320 mm, pinze radiali, post. disco da 245 mm
Pneumatici: ant. 120/70 ZR17, post. 180/55 ZR17
Prezzo indicativo 8.000,00 Euro (F.C.)

LA PAGELLA
Il nuovo progetto di Casa Aprilia desterà certamente l’interesse del motociclista  “naked”

MOTORE 29/30
Un bicilindrico generoso e gestibile
CICLISTICA 28/30
Ben realizzata come tradizione Aprilia
ESTETICA 27/30
Nuda, essenziale, con linee moderne
SU STRADA 28/30
Facile e intuitiva, soddisfa ogni esigenza
VOTO FINALE 103/110

Tags

Related Articles

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close