News

Ktm 690 Stunt

690stuntSolo Ktm poteva pensare ad un moto per gli stunt-riders!

Per la prima volta un Costruttore propone una concept-bike dedicata agli stuntmen. Non
poteva che essere KTM

690stunt Il nuovo motore LC4 della famiglia “690”, in realtà da 653 cc, non poteva certo rimanere confinato a un unico modello. Al Salone di Parigi la presentazione dei modelli enduro, motard e stradale di questa innovativa serie è stata affiancata da una provocazione del brillante Costruttore austriaco, la 690 Stunt.
Chi conosce lo stunt riding sa di cosa si tratta. Moto normali vengono trasformate e alleggerite con accessori speciali per adattarsi a uno scopo ben preciso: tenere per meno tempo possibile entrambe le ruote a terra… Wheelies, stoppies, burnout e tutte le loro varianti sono evoluzioni che lasciano il pubblico a bocca aperta. Una moto fatta appositamente per lo stunt-riding però non esiste. E in Ktm devono essersi chiesti: “perché non la facciamo noi e vediamo l’effetto che fa?”.
690stunt Ma cosa vuol dire costruire una moto per lo stunt-riding? Significa mettere in vendita una moto che già di serie, appena uscita dal concessionario, ha tutto il necessario per consentire allo stunt-rider di esibirsi nelle manovre acrobatiche senza danneggiare il veicolo in caso di errori e cadute. Quindi protezioni motore, manubrio alto e largo, barra anti-ribaltamento, impianto frenante potente e modulabile, rapporti accorciati, doppi comandi al manubrio e pedane aggiuntive sul mozzo ruota anteriore.
Sì ok, ma per decidere di costruire in serie una moto del genere, quanti saranno ‘sti stunt riders? Molti di più di quanto si possa pensare! Ovviamente non parliamo di fuoriclasse come Pfeiffer, Carmichael, Goy e tutti gli altri campioni e professionisti di questa disciplina, ma di tutti quei ragazzi che in Europa, negli Stati Uniti e nel resto del mondo si ritrovano con gli amici in spazi adatti (sostanzialmente parcheggi o strade prive di traffico) per mettere alla prova le loro abilità. Per alcuni ragazzi è un vero e proprio stile di vita, come avviene con lo skatebord, lo snowboard, il surf, l’hip-hop ecc.
690stunt Allo stunt-rider non interessa la velocità, il fuoristrada, il supermotard, lui dimostra la sua abilità facendo con la moto manovre che un normale motociclista (ma anche un pilota professionista!) non pensa nemmeno sia possibile fare.
Ktm non ha creato questa concept-bike montando semplicemente delle parti speciali su una 690. Sono state anche modificate le geometrie della ciclistica per massimizzare manovrabilità. L’ergonomia e la distribuzione dei pesi sono state ottimizzate per facilitare le manovre a bassa velocità e i movimenti del corpo.
Per il momento si tratta di una provocazione da esibire ai Saloni, ma come sempre il feedback del pubblico sarà essenziale per determinare la decisione di derivarne un modello di serie. Un effetto intanto è già stato ottenuto. La 690 Stunt è piaciuta tantissimo ma… non solo agli aspiranti stunt-riders! Il design, le grafiche e la dotazione tecnica sono piaciuti talmente tanto che in molti sperano ne sia messa in produzione una versione… stradale, con specchietti, fari e targa… Beh, anche questo è un feedback!

www.ktm.it 

Related Articles

Check Also

Close
Back to top button
Close
Close