News

Kawasaki ER-6n ’09

Kawasaki ER-6nUna delle medie più diffuse si rifà il look e riceve pochi ma determinanti aggiornamenti tecnici. La ER-6n model year 2009 trova nuova linfa ed è pronta a fronteggiare anche la concorrenza più dotata dal punto di vista delle prestazioni pure

ER-6nFLASH TEST – KAWASAKI ER-6n
Potenza dichiarata all’albero: 72 CV a 8.500 giri/min
Coppia dichiarata all’albero: 66 Nm a 7.000 giri/min
Prezzo: 6.000,00 euro c.i.m. (6.500,00 euro versione ABS)

DI BENE IN MEGLIO

La fortunata bicilindrica 650 Kawasaki vuole ripetere il successo dei primi tre anni di commercializzazione e lo fa con un riuscito restyling e contenuti tecnici aggiornati. Facile e brillante, diverte anche chi è abituato a potenze superiori

Testo: Costantino Paolacci – paolacci@specialmag.it
Foto: Kawasaki press

Partendo dai pochi difetti e dai tanti pregi, Kawasaki ha rimesso mano al progetto ER-6n migliorandolo soprattutto sotto il punto di vista estetico e delle finiture. Obiettivo, ripetere il successo di questi primi anni di commercializzazione, con oltre undicimila immatricolazioni solo in Italia!

ER-6nSEMPRE LEI, MA NUOVA
Design sfaccettato e slanciato, performance migliorate in termini di elasticità di marcia e brillantezza di risposta, piacere di guida esaltato dalla riduzione delle vibrazioni e da una migliorata stabilità. Questi i tre punti salienti del restyling, non solo estetico, della bella ER-6n. Mira a un pubblico più giovane e lo fa con finiture molto più curate (nuovi i gruppi ottici e la strumentazione). Ora è più corta, con un cupolino più aderente agli steli forcella e una coda tronca che termina con le luci posteriori a led. Completamente ridisegnati anche fianchetti e serbatoio, più rastremati e quindi in grado di far poggiare meglio i piedi a terra.

FORMA E SOSTANZA
Il telaio è stato irrigidito ma al tempo stesso i tecnici Kawasaki affermano sia anche diminuito di peso. Ad ogni modo il disegno è lo stesso del precedente ma il motore è ora montato su silent block per ridurre le vibrazioni. Il forcellone non cambia connotati però i tubi hanno sezione a “D” e la struttura che regge le pedane, sia del pilota che del passeggero, è tubolare, meglio rifinita e più resistente. Nuovo è anche il manubrio, più largo e aperto, montato anch’esso su silent block. La nuova strumentazione, più raccolta e moderna, vede invertiti tachimetro e contagiri, analogico il primo, digitale il secondo, e ora oltre alla spia della riserva integra l’indicatore del livello del carburante. Le sospensioni sono molto semplici, con la forcella tradizionale da 41 mm senza regolazioni, e il mono, con schema Cantilever, regolabile solo nel precarico. Invariati anche i freni, che però all’anteriore hanno una diversa flangia, piuttosto brutta da vedere.

ER-6nFACILE E RIGOROSA
Provata sulle tortuose strade di Mallorca, alle Baleari, la nuova ER-6n si è rivelata divertente e brillante su tutti i tipi di percorso. Brilla in particolare il comportamento delle sospensioni, in grado di digerire le malformazioni dell’asfalto senza generare scompensi di nessun tipo. Avantreno e retrotreno lavorano in simbiosi, comunicando fin dai primi metri una confidenza che invita ad aprire il gas e ad affrontare le curve con decisione via via maggiore. In questo la media Kawasaki è confortata dal motore, davvero brillante da metà regime in su e capace di un allungo per certi versi “inutile”, dato che la potenza massima viene erogata ben prima del limitatore. Il merito è della nuova messa a punto dell’iniezione, che favorisce la regolarità di erogazione e al tempo stesso la facilità nel salire di giri. Rassicuranti anche i freni, non potentissimi ma dall’incisività adeguata all’indole della ER-6n. E per chi vuole c’è la versione con ABS. Una rivisitazione riuscita quindi, che crea tutte le premesse per far tornare la bicilindrica di Akashi ai vertici delle classifiche di vendita.

 

ER-6nHIGHLIGHTS
– Motore montato su silent block
– Manubrio più largo e meno piegato
– Styling completamente ridisegnato
– Nuova messa a punto dell’iniezione

PREGI
– Facilità di guida
– Stabilità
– Maneggevolezza
– Finiture migliorate
DIFETTI
– Inversione tachimetro/contagiri
– Estetica flangia dischi anteriori

PAGELLA
ER-6nESTETICA
Puro esempio di design giapponese 27/30
MOTORE
Elastico e brillante in tutte le marce 28/30
CICLISTICA
Semplice ma sempre comunicativa 27/30
SU STRADA
Divertente su tutti i tipi di percorso 28/30
VOTO FINALE
Il modello 2009 della ER-6n spopolerà! 101/110

 

SCHEDA TECNICA
MECCANICA
Motore: bicilindrico in linea
Raffreddamento: a liquido
Cilindrata: 649 cc
Alesaggio e corsa: 83 x 60 mm
Rapporto di compressione: 11.3:1
Distribuzione: bialbero 8 valvole
Massima potenza: 72,1 CV 8.500 giri/min
Coppia massima: 66 Nm 7.000 giri/min
Alimentazione: iniez. Elettr. c.f. 38 mm
Cambio: a 6 rapporti
Trasmissione finale: a catena, 46/15
Frizione: dischi multipli in bagno d’olio
ER-6nCICLISTICA E FRENI
Telaio: a diamante in tubi di acciaio
Inclinazione cannotto di sterzo: 24,5°
Avancorsa: 102 mm
Sospensioni: ant. forcella da 41 mm, post. ammortizzatore regolabile in precarico
Pneumatici: ant. 120/70ZR17M/C (58W), post. 160/60ZR17M/C (69W)
Freni: ant. dischi wave semiflottanti da 300 mm con pinze a due pistoncini, post. disco wave da 220 mm con pinza a doppio pistoncino
Interasse: 1.405 mm
Altezza sella: 785 mm
Capacità serbatoio: 15.5 litri
Peso: 200 kg (204 kg versione ABS)
PREZZO
6.000,00 euro (6.500,00 euro vers. ABS)

Related Articles

Check Also
Close
Back to top button