News

Grande successo di pubblico: sfiorato il +50% rispetto al 2009

3giorno-1.jpgRoma, 13 marzo 2010 – La terza giornata di Motodays 2010, di scena alla Fiera di Roma, conferma il grande successo del Salone Moto&Scooter del Centro-Sud Italia. Ad aumentare notevolmente, oltre allo spazio espositivo, al numero degli espositori ed agli eventi in programma in pista e nei padiglioni, sono stati anche gli ingressi registrati alle biglietterie nelle prime giornate della manifestazione, che hanno fatto segnare un + 48% di presenze rispetto all’edizione 2009.

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO: SFIORATO IL + 50% RISPETTO AL 2009
FABRIZIO: “SOGNO IL MONDIALE SBK DI NUOVO A VALLELUNGA”   DOMANI SPAZIO ALL’ELETTRICO, AI QUAD E AL TRICOLORE MINIBIKE

Roma, 13 marzo 2010 – La terza giornata di Motodays 2010, di scena alla Fiera di Roma, conferma il grande successo del Salone Moto&Scooter del Centro-Sud Italia. Ad aumentare notevolmente, oltre allo spazio espositivo, al numero degli espositori ed agli eventi in programma in pista e nei padiglioni, sono stati anche gli ingressi registrati alle biglietterie nelle prime giornate della manifestazione, che hanno fatto segnare un + 48% di presenze rispetto all’edizione 2009.
Grandi protagonisti di oggi sono stati Michel Fabrizio e Niccolò Canepa, invitati al convegno “La pista come laboratorio” organizzato dal Gentlemen’s Motor Club di Roma (che li annovera tra i piloti associati). “Prima di arrivare al mondiale è importante fare la “gavetta” nei campionati nazionali – ha detto il genovese Canepa, impegnato quest’anno con lo Scot Racing Team nella neonata Moto2 – ti permette di fare esperienza e di arrivare pronto alle competizioni nazionali. A me è servito molto”.
Il capitolino Michel Fabrizio, pilota del quartiere Anagnina, ha parlato invece della sua personale esperienza tra le vie di Roma. “Con la moto non vado mai veloce in mezzo al traffico. Anche perché per strada non ho mai trovato team manager pronti ad ingaggiarmi – rivela con una battuta il pilota ufficiale Ducati Xerox Team in Superbike – consiglio a tutti di farlo in pista… E’ più sicuro e più divertente. Il rapporto con Vallelunga? La mia carriera è iniziata e si è sviluppata lì. Abito a 7 chilometri dalla pista e all’ultima gara del mondiale Superbike organizzata sul “Piero Taruffi” ho chiuso al secondo posto. Spero che si torni a correre lì quanto prima perché mi manca solo la vittoria”.

3giorno-2.jpgNon solo italiani. A Motodays, oggi, è stata anche la giornata di un altro pilota Superbike, l’alfiere BMW Ruben Xaus. Nel pomeriggio, il campione spagnolo è stato protagonista di un simpatico “A tu per tu” sul palco di Radio Globo, durante il quale ha commentato le foto della sua carriera ed ha risposto alle tante domande fatte dal pubblico di Motodays. Sempre a proposito di BMW, grande spettacolo l’ha regalato Chris Pfeiffer, che si è esibito sulla pista di Motodays in sella alla sua F800. Il 40enne tedesco, vincitore di quattro campionati mondiali ed europei di “stunt riding”, ha esaltato la folla presente sugli spalti con le sue numerose evoluzioni.

Ampio spazio ha avuto anche la presentazione della stagione agonistica di Letizia Marchetti. La pilotessa di Civita Castellana, che lo scorso anno ha partecipato al campionato italiano Superbike, ha illustrato sul palco, davanti ai suoi tifosi, il programma per il 2010. “Correrò il Ducati Desmo Challenge, il Trofeo del Centauro e qualche wild card del CIV con la 1098 del Team Crazy Old Men – dice Letizia – mi batterò con molti colleghi uomini ma l’obiettivo è di centrare i primi posti nel Challenge e nel Centauro e di fare bene nel tricolore”.
In pista, invece, sono stati due i momenti in grado di accendere l’entusiasmo del pubblico. Nel pomeriggio, infatti, si sono sfidati i piloti impegnati nella 1° SuperOpen Factory Cup riservata alle minibike motard: a vincere è stato Francesco Levi (Bucci), davanti a Michele Cannistraro, su Holeshot e Luigi Meattini (Mobster).
L’italiano Christian Ravaglia (Aprilia) ha fatto suo, invece, il 2° Trofeo Motodays Supermoto, che ha visto la presenza in pista di diversi piloti protagonisti della scena internazionale.  Tra questi il campione del mondo categoria S2, Adrien Chareyre, giunto terzo oggi su Husqvarna dietro a Ravaglia e all’altro azzurro Massimo Beltrami, capace di centrare il secondo posto su Yamaha.

3giorno-4.jpgGli appuntamenti di domani
La pista di Motodays regalerà un gran finale ai visitatori della giornata di domani. Due, infatti, saranno gli appuntamenti agonistici pronti ad esaltare il pubblico sugli spalti: dalle 14:00, sul tracciato della Fiera di Roma, si sfideranno i piloti del campionato italiano Minibike Cross, protagonisti proprio a Motodays del primo appuntamento stagionale. Quattro le gare in programma, due riservate alla categoria Amatori e due alla Pro Agonisti.
Alle 14:30, invece, sarà il momento delle finali dedicate agli spettacolari Quad Motard, che si daranno battaglia per conquistare il podio del 2° Trofeo Fiera Roma “Quadstore Cup”.
Tra le esibizioni, da non perdere alle 18:10 l’ultima spettacolare sessione dello stunt campione del mondo Chris Pfeiffer, a cui seguiranno le evoluzioni dei ragazzi del Freestyle MX e Quad.
Due gli appuntamenti in programma al padiglione 5, sul palco di Radio Globo: alle 12:30, l’Associazione Motociclisti Incolumi presenterà la conferenza “Analisi e prevenzione incidenti” attraverso cui darà vita ad un approfondimento dedicato alla sicurezza stradale. A seguire, alle 14:30 e sempre sullo stesso palco, sarà il momento del CIV e delle moto elettriche: il Team CRP Racing presenterà al pubblico e ai giornalisti l’attività agonistica 2010, che si dividerà tra il tricolore Velocità e i campionati italiano e mondiale TTXGP dedicato alle due ruote “ecologiche”, a cui la squadra modenese parteciperà con la splendida elettrica eCRP 1.0.

Related Articles

Back to top button