eventiNews

Vespa primavera Vespa Color Days

Raduno Vespa a Pontedera in occasione dei 50 anni di Vespa Primavera una grande festa!

La Piaggio a Pontedera in occasione dei 50 anni della Vespa Primavera apre le porte dello stabilimento dove si produce la Vespa dal 1946.

Raduno Vespa Evento Piaggio Pontedera

VESPA PRIMAVERA

E’ primavera anche in casa Piaggio! Arriva il Vespa Color Days un evento a Pontedera in un un fine settimana di festa che trasformerà l’intera città in un grande villaggio dove Vespa sarà regina con un programma ricco di eventi legati per lo scooter più amato al mondo. Così sarà festeggiata la Vespa Primavera!

Raduno Vespa Pontedera

Sarà un grande happening, al quale sono attesi migliaia di Vespa fans, famiglie e appassionati da tutta Italia e durante il quale tutti potranno immergersi nel colorato universo Vespa, a cinquant’anni esatti dalla nascita di un modello che sarebbe diventato un classico intramontabile da collezione come la Vespa Primavera.
Piccola, agile, spinta da un motore brillante, a partire dal 1968 la Primavera ha messo le ali a più generazioni diventando un modello mitico ma anche uno dei più clamorosi successi commerciali nella storia.

Raduno Vespa Color Days

A 50 anni dalla “rivoluzione” targata Primavera, Vespa celebra il territorio, uno dei suoi modelli più iconici e la passione che circonda questo straordinario marchio italiano aprendo a tutti gli appassionati le porte dei luoghi dove Vespa nasce ininterrottamente dal 1946.

VISITA STABILIMENTO PIAGGIO A PONTEDERA

Lo stabilimento Piaggio a Pontedera sarà visitabile gratuitamente, previa iscrizione online su colordays.vespa.com o direttamente in loco. Un’opportunità unica, un percorso di 45 minuti attraverso le spettacolari linee di assemblaggio Vespa a bordo di un trenino elettrico, accompagnati proprio dalle persone che ogni giorno sono impegnate nella costruzione di un vero e proprio mito su due ruote, ambasciatore dello stile italiano nel mondo.

Non solo Vespa: il Museo Piaggio si rinnova e cresce nelle dimensioni e nelle collezioni, per diventare il più grande museo d’Italia dedicato alla mobilità e alla motocicletta. Il nuovo Museo, che si inaugura in questo weekend, sarà visitabile gratuitamente. Anche in questo caso per accedere è sufficiente iscriversi in loco oppure attraverso l’apposito form online su colordays.vespa.com. Grazie alla collaborazione con Poste Italiane, nella giornata di sabato tutti i visitatori del Museo riceveranno – fino a esaurimento scorte – una cartolina celebrativa del 50° anniversario di Vespa Primavera con l’annullo filatelico dedicato.

Vespa Color Days

Vespa Color Days sarà un evento spettacolare, che abbraccerà l’intera città di Pontedera: da viale Rinaldo Piaggio, dove si affaccia la fabbrica, al centro storico si snoderà un percorso per esplorare tutto il mondo Vespa, con il coinvolgimento dei negozi del centro cittadino e aree dedicate allo street food. Un viaggio attraverso le atmosfere, i ricordi, le canzoni più famose e le Vespa storiche al termine del quale si raggiungerà il cuore della manifestazione: il Vespa Village, in Piazza Martiri della Libertà, che sarà il centro del divertimento grazie anche alla musica degli Street Clerks, gruppo di grande impatto live che, dopo la partecipazione a X-Factor 7, è resident band dello show “E poi c’è Cattelan” su Sky Uno.

La gioia, gli eventi e l’animazione del Vespa Village saranno la cornice per i test ride che permetteranno di provare su strada i nuovi modelli Vespa, compresa la serie speciale Vespa Primavera 50° Anniversario, dedicata al mezzo secolo di Primavera.

Tutti coloro che si iscriveranno – online o direttamente in loco – all’evento potranno inoltre richiedere il proprio “passaporto” Vespa Color Days col quale, visitando ogni area della manifestazione e collezionando tutti i timbri, si avrà diritto a ritirare un omaggio presso il Vespa Village.

Sul sito web dedicato www.colordays.vespa.com o su www.vespa.com è possibile effettuare l’iscrizione online e conoscere tutti i dettagli dell’evento.

Vespa Primavera 125 Story
Vespa 125 Primavera

La Vespa 125 Primavera uscì nel 1968 per sostituire la Nuova 125.
La “Primavera” adottava notevoli miglioramenti rispetto alla sua progenitrice; un motore potenziato, nonostante cubatura invariata a 121 cm³ e accensione sempre a puntine, venne aumentando il rapporto di compressione da 7.2 a 8.25, cosicché la potenza passò da 4,8 CV a 4500 giri a 5,56 a 5500 giri. Questo potenziamento consentì un sensibile incremento delle prestazioni: la velocità massima passò da 83,8 a 92,3 km/h con un’accelerazione assai più vivace.

Fu prodotta in tre serie: la prima aveva il fanale posteriore tipo 90 SS, presentava scritte in corsivo vespa 125 sullo scudo anteriore e primavera sopra il fanale posteriore, tachimetro con fondo bianco e montava ancora le caratteristiche leve freno con pallino intermedio, la seconda stesso fanale ma scritte in stampatello (dal 1973, anno del cambio delle scritte da parte della Piaggio).

Nel triennio 74-76 la 125 primavera venne venduta nella colorazione marrone metallizzato Cod M.M 1.268.5130 (PIA 130) con sella beige, la terza, uscita assieme alla ET3, stesse scritte ma fanale di nuovo disegno. Ebbe successo sul mercato grazie alle prestazioni brillanti e alla linea che piacque a tutti, anche alle ragazze. Uscì di produzione nel 1982, assieme alla ET3, è tuttora molto ricercata tra i collezionisti e vespisti restauratori con uno sviluppato mercato after-market.
Raduno vespa 125 primavera vespa color days

Vespa Primavera 125 ET3

La Vespa 125 ET3 Primavera nasce nel 1976 affiancando un modello già in produzione, la Vespa 125 Primavera. Da questa la ET3 si differenzia da un punto di vista tecnico grazie ad una nuova accensione elettronica gestita da centralina Ducati, non più a puntine platinate. Questo, oltre a garantire una pronta accensione in ogni condizione, permette al motore di “girare” agli altri regimi con maggiore regolarità a tutto vantaggio delle prestazioni.

Altra novità è la presenza di tre travasi nel cilindro anziché due (ET3=Elettronica 3 Travasi) che danno alla Vespa ET3 più spunto e una maggiore velocità di punta di 98 km/h. Una nuova marmitta “a siluro” simile a quella già montata da Piaggio sulla 90SS avente un silenziatore che può essere smontato dal corpo della marmitta, una sella più accogliente, alcuni particolari verniciati Nero opaco (coprimolleggio anteriore, coprivolano e calotta ammortizzatore anteriore) e gli adesivi laterali con la scritta “Electronic” completano la nascita di questo modello, tra i più amati grazie alle sue caratteristiche di agilità, potenza ed estetica riuscita.

Era disponibile nelle colorazioni arancione, bianco spino, grigio chiaro di luna, blu marine e blu jeans. Resterà in produzione fino al 1982.

Andrea Borelli

Pilota di velocità, Enduro, Motocross e Supermotard. Dalla fine degli anni 80 è stato impegnato nella velocità nazionale dopo una breve parentesi nei motorally, per poi passare al Supermotard, al Cross e all'enduro. E' attualmente Istruttore Federale, Direttore di gara e Responsabile delle HobbySport per il Lazio per conto di Federazione Motociclistica Italiana

Related Articles

Check Also

Close
Close
Close