News

Ciao Alessandro, ciao Bull…

Bulldog E’ con grande cordoglio che segnaliamo la prematura scomparsa di Alessandro Imeri, conosciuto anche come Bulldog sui forum motociclistici, appassionato del made in italy e profondo conoscitore della casa di Noale: in sella alla propria Aprilia, ha perso la vita poco dopo le 15 di domenica scorsa lungo la rivierasca che costeggia il Sebino bergamasco, tra Tavernola e Parzanica.

La scomparsa di Alessandro Imeri,  è una di quelle notizie che colpiscono all'improvviso e ti lascino svuotati, in silenzio, con la mente che viaggia lontano e il cuore che batte lento, triste… vuoto… Alessandro non era un pilota professionista, non era un Vip ma era una "persona qualunque" come chiunque di noi ma era allo stesso tempo anche un grande appassionato del marchio di Noale e del Motociclismo, quello vero, come voi, come noi, come ce ne son sempre troppo pochi.

 

Bulldog

 

Si era fatto conoscere con lo pseudonimo di “Bulldog” sui principali forum motociclistici tra i quali spicca Daidegas.it ove è sempre stato uno degli "uomini Aprilia" per eccellenza, tanto da incuriosire, attirare e catturare l’attenzione della Aprilia stessa, che lo aveva preso in simpatia e lo aveva coinvolto, proprio grazie alla sua immensa passione per il marchio di Noale ed essendo loro grande tifoso, in varie presentazioni e manifestazioni sportive confermando in pieno l'idea che aveva dato di se stesso: un ragazzo intelligente, tranquillo, vero, riservato, educato, mai una parola di troppo, mai un gesto di stizza, solo passione e un gran sorriso contagioso.

 

bulldog

 

Un suo spazio nella storia del motociclismo Alessandro se lo è comunque conquistato “inventando” la bellissima colorazione Bol d’Or della RSV 1000, che l’Aprila dopo un concorso sul web decise di realizzare in serie: lui, nella semplicità che l'ha sempre caratterizzato, aveva solamente proposto le grafiche che da anni caratterizzavano la sua stupenda Factory

 

Bulldog

 

 

Bulldog

 

Lo ha tradito una bella domenica di sole e la manovra di una utilitaria. Siamo sicuri che, nel suo vivere in simbiosi con la RSV, avrà fatto tutto il possibile per evitare un ostacolo certamente troppo improvviso, anche per chi – ne siamo certi – non viaggiava certamente a ritmo pista su una strada aperta al traffico: Alessandro amava i cordoli, ma soprattutto la vita, quella fatta di grandi giri in moto con gli amici intorno, pregna di passione, passione vera.

 

Bulldog

 

La redazione di Moto Special si stringe in silenzioso cordoglio accanto coloro che, in questa giornata di sole così perfetta per non pensare a tirar fuori la moto dal box, accompagneranno Alessandro nel suo ultimo "giro" in questa vita ma che, una volta tornati a casa, sentiranno sempre l'appasionante rombo della sua RSV-Factory con loro ovunque saranno…

 

Bulldog

 

Buon Viaggio Bulldog…

Related Articles

Check Also

Close
Close
Close