News

Autovelox stop abusi

Autovelox TutorAutovelox stop abusi

I comuni non potranno più far uso illeggittimo dell'autovelox grazie ad una direttiva del ministro Roberto Maroni inviata a Prefetti per la regolamentazione del loro uso

Stop agli autovelox imboscati!

Stop all'abuso degli autovelox, il cui uso da oggi è riservato soltanto alla Polizia Stradale. Parte dal ministro dell'Interno Roberto Maroni la direttiva indirizzata a tutti i prefetti che disciplina l'uso degli strumenti di misurazione della velocità.

 

 

di Giovanni Mancini

 

 

Dopo diverse segnalazioni ed articoli anche su Elaborare, dell'Autovelox si era tornato a parlare qualche mese fa quando la Guardia di Finanza di Sala Consilina, aveva sequestrato, in oltre 70 comuni di diverse regioni italiane, apparati autovelox non conformi alle prescrizioni tecnico-amministrative. L’operazione era stata eseguita su ordine della Procura di Sala Consilina, ed aveva portato alla scoperta di un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni di automobilisti che venivano multati con autovelox clonati.

Ministro Roberto MaroniLa maggior parte dei comuni avevano preso l'abitudine di affittare gli autovelox per “fare cassa” e ripianare i propri bilanci. Un po' tutti siamo stati vittime di questi soprusi che hanno raggiunto l'apice con i semafori camuffati e temporizzazione del giallo ridotto al minimo per elevare multe con il passaggio del rosso. Ma anche postazioni nei tratti con limite a 50 o 70 km/h dove è possibile superare facilmente il limite anche di 20-30 km/h con pesanti conseguenze.

A ridosso dei primi rientri dalle vacanze è arrivata la direttiva del Ministro Roberto Maroni in difesa degli automobilisti che affida ai Prefetti il compito di monitorare il fenomeno dell’eccesso di velocità, causa della maggior parte degli incidenti stradali, e di pianificare le attività di controllo in modo che rappresentino uno Ministero Internostrumento reale di prevenzione e non solo uno strumento per fare cassa. Spetta quindi ai Prefetti e agli organi di polizia il compito di disciplinare l'utilizzo degli autovelox. Per fare questo i Prefetti si avvarranno delle Conferenze Provinciali Permanenti distribuendo i servizi di controllo tra le diverse forze di polizia e le polizie locali, evitando anche la duplicazione dei rilevamenti sul medesimo tratto di strada. Saranno, quindi, individuati i punti critici per la circolazione in cui maggiore è la sinistrosità in base ai dati del biennio precedente.

Altra novità di rilievo è che la gestione delle apparecchiature è affidata solo dagli operatori di Polizia, viene quindi escluso l’appalto dei servizi di accertamento a società private. Il controllo della velocità costituisce un servizio di polizia che non può essere delegato ad imprese che noleggiano gli apparecchi. Previsti, inoltre, controlli periodici di funzionalità degli apparecchi e le modalità di segnalazione della presenza delle postazioni di controllo; non saranno più possibili, quindi, appostamenti di pattuglie nascoste.

Per una maggiore tutela della riservatezza, fotografie o riprese video devono essere trattate solo da personale degli organi di polizia incaricati al trattamento e alla gestione evitando accessi non autorizzati ai dati e alle immagini.

Modalità – Entro un massimo di 400 metri dovrà essere esposta la segnalazione con un cartello della postazione attiva dell'autovelox. Le pattuglie dovranno essere ben visibili ed in caso di auto civetta, dovranno esporre un lampeggiante ben visibile ed un cartello con il simbolo della Polizia Stradale.

Finalmente l'autovelox tornerà ad essere uno strumento volto alla sicurezza stradale. Il provvedimento porterà sicuramente minori entrate ai comuni che dovranno calibrare i loro bilanci senza tener conto dei soldi rubati agli automobilisti attraverso gli autovelox illegittimi. Si attende ora l'elevazione del limite a 150 Km/h nei tratti autostradali provvisti di Tutor.

 

Autovelox sul FORUM

 

Autovelox cartello di avviso

 

 

Autovelox Postazione

 

 

Autovelox Postazione

 

Mappa Autovelox

Related Articles

Back to top button